Esplora Salute
Xerosi del Piede

Xerosi del piede (secchezza della pelle)

Problema

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

Il termine xerosi in medicina si usa per indicare la “cute o pelle secca”; il nome deriva dal termine greco antico “xeros” che significa secco.

La pelle secca è una condizione abbastanza comune, soprattutto nelle persone anziane; sino all’ 85% degli anziani può soffrire di questo problema.

Le cause di questo problema sono numerose.

La pelle secca è spesso un problema temporaneo – in inverno, ad esempio – ma in alcune persone il problema è sempre presente.

La secchezza cutanea si associa ad alcune malattie come ad esempio il diabete di tipo 2 (in cui si manifesta con il cosiddetto piede diabetico), la dermatite atopica e l’eczema.

Cause

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

La xerosi è una condizione della pelle riscontrata in tutte le fasce d’età, ma può essere aggravata da determinate condizioni.

L’incidenza della xerosi aumenta con l’età, gli anziani ne soffrono di più; favoriscono la comparsa di secchezza della pelle anche l’esposizione a particolari fattori ambientali e abitudini e stili di vita e situazioni che alterano l’apporto circolatorio (il flusso di sangue) alle estremità inferiori (gambe e piedi).

Le persone con diabete hanno un’alta incidenza di xerosi dei piedi, che si può portare al cosiddetto piede diabetico.

La xerosi può essere causata anche da alcuni tipi di farmaci.

Sintomi

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

I segni e i sintomi della pelle secca dipendono dalle caratteristiche personali, come l’età, lo stato di salute, il tempo che si trascorre all’aperto, e da una eventuale malattia associata.

Quando si ha la pelle secca si possono provare uno o più dei seguenti sintomi: un senso di pelle che tira, che è fastidiosamente asciutta, specialmente dopo la doccia, il bagno o il nuoto, e prurito.

La pelle appare ruvida, può desquamare anche in maniera evidente, possono comparire linee sottili o vere e proprie fissurazioni (piccole crepe cutanee), o lesioni più profonde che possono sanguinare, la pelle può essere meno rosea (anche grigiastra) e può essere presente rossore.

Complicazioni

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

Il prurito è una dei sintomi frequenti nelle persone che soffrono di xerosi; può essere anche molto fastidioso e può causare infezioni delle pelle.

Infatti, per lenire il prurito, chi soffre di secchezza si gratta e grattandosi causa lesioni da grattamento, come le escoriazioni cutanee (cioè quelle lesioni superficiali della pelle che comunemente chiamiamo graffi o scorticature) o vere e proprie spaccature.

Queste lesioni permettono l’ingresso di microbi nell’epidermide e possono scatenare infezioni anche serie, in particolare in chi soffre di piede diabetico. Infatti, nel piede diabetico le crepe e fessure della pelle sono associate ad un aumentato rischio di ulcerazione del piede e se vengono non curate possono portare all’amputazione.

Prevenzione

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

L’Accademia Americana di Dermatologia per alleviare e prevenire la pelle secca consiglia di:

  • Fare bagni brevi o docce ogni giorno con acqua tiepida e non calda;
  • Usare detergenti delicati senza profumo e senza alcool;
  • Accarezzare delicatamente (anziché strofinare) la pelle asciutta;
  • Applicare una crema idratante per la pelle entro 3 minuti dall’uscita dal bagno o dalla doccia;
  • Idratare la pelle ogni giorno;
  • Se necessario, utilizzare un umidificatore per aumentare l’umidità nell’aria di casa, in particolare quando c’è il riscaldamento acceso;
  • Applicare la protezione solare ogni giorno, soprattutto quando si va all’aperto;
  • Indossare tessuti come il cotone che permettano alla pelle di respirare;
  • Tenersi idratati bevendo almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, a meno che non sia controindicato da una condizione medica particolare (come ad es. l’insufficienza cardiaca congestizia o una malattia renale).

Informazioni

Xerosi del piede nel diabete

Nel paziente diabetico non è facile prevenire l’insorgenza della neuropatia periferica che causa la xerosi e altre alterazioni che con il tempo possono portare al piede diabetico.

Certamente sono molto importanti gli stili di vita, l’attività fisica regolare e, con l’aiuto del medico, il controllo di tutti i fattori che concorrono a intensificare la malattia.

Chi soffre di diabete deve ispezionare frequentemente le condizioni della pelle, in particolare di quella del piede e segnalare immediatamente al medico eventuali segni di infiammazione o infezione.

È fondamentale anche che ci si prenda cura ogni giorno della pelle del piede per favorire il recupero dell'umidità persa dallo strato corneo e per aumentare la flessibilità e l'elasticità della pelle.

In questo senso sono utili prodotti che contengono sostanze lipofile e idrofile (apportano lipidi alla pelle e la idratano) che agiscono in sinergia; la presenza di flavonoidi (sostanze naturali a azione antiossidante e antinfiammatoria) può favorire un’azione completa sulle cause e sui sintomi.

Piede diabetico

La xerosi, cioè la secchezza della cute del piede è facile da riconoscere.

La cute appare secca e inizialmente elimina piccolissime squame (come forfora).

In seguito la pelle assume un aspetto ipercheratosico, cioè presenta squame sottili o anche molto spesse, diventa ruvida, screpolata, poco elastica, si formano vere e proprie fissurazioni della cute (cioè spaccature).

Si può percepire prurito, bruciore e dolore (che può anche non esserci perché la neuropatia diabetica riduce la sensibilità al dolore).

Nei diabetici, la cute secca dei piedi è molto frequente e se non viene trattata adeguatamente può essere un fattore di rischio per lo sviluppo di ulcere diabetiche.

Come si sviluppa il piede diabetico

Il piede diabetico è una complicanza cronica del diabete altamente invalidante.

Colpisce pazienti con neuropatia e/o vasculopatia periferica diabetica e per tale motivo può essere considerata una complicanza delle complicanze del diabete.

Il diabete modifica la struttura dei vasi sanguigni e dei nervi causando problemi a livello degli arti inferiori, soprattutto del piede.

I fattori più coinvolti nello sviluppo del piede diabetico sono la perdita della sensibilità cutanea protettiva (non ci si accorge di piccole lesioni e le si trascura), la ridotta circolazione di sangue a livello della cute, le alterazioni della pelle, come la xerosi.

Il danno peggiora progressivamente sino alla formazione di ulcere che aggravandosi possono portare all'amputazione dell’arto.

Se si riconoscono presto i segni iniziali del danno si può evitare la formazione di ulcere.

Prevenzione della xerosi del piede diabetico

I meccanismi che portano allo sviluppo del piede diabetico sono l’aumento della glicemia (spesso per anni) che porta alla neuropatia diabetica, che insieme alla vasculopatia periferica (cioè a un danno della circolazione del sangue per arteriosclerosi precoce) causano in un primo momento disidratazione e secchezza della cute (xerosi) e perdita di sensibilità.

Il danno prosegue sino alla formazione di fissurazioni e successivamente infezioni, favorite anche dal grattamento, sino allo sviluppo di vere e proprie ulcere del piede che possono portare anche ad amputazione di parti del piede.

La xerosi nell'anziano

La xerosi negli anziani è più frequente per i cambiamenti fisiologici legati all'età; secondo uno studio sino all’80% degli anziani ha questo problema.

La pelle delle persone anziane ha ghiandole sebacee e sudoripare meno attive rispetto a quella delle persone giovani e per questo è meno idratata e meno elastica.

Negli anziani, inoltre, lo strato corneo, ha meno lipidi (grassi), proteine e aminoacidi, e, per questo, sono ridotte sia la sua funzione di barriera della pelle verso il mondo esterno sia la sua capacità di trattenere l'umidità.

L’incapacità di trattenere una giusta quantità di acqua da parte dello strato più superficiale della pelle porta alla xerosi.

I fattori ambientali che riducono l'umidità della pelle possono aumentare maggiormente la xerosi negli anziani, dato che lo strato corneo ha già una minore capacità di trattenere la naturale umidità.

Le malattie associate a pelle secca

I pazienti con diabete soffrono spesso di neuropatia periferica, una patologia dei nervi periferici (cioè quelli fuori dal cervello) che aumenta il rischio di xerosi e che se non viene trattata può portare al piede diabetico. La pelle secca è comune anche nei pazienti che soffrono di ipotiroidismo, di disturbi neurologici che riducono la sudorazione, di HIV, di tumori maligni.

La pelle secca è anche una delle manifestazioni extraghiandolari della sindrome di Sjögren (una malattia cronica autoimmune).

Chi soffre di dermatite atopica (allergica) spesso presenta una xerosi intensa. Anche alcuni farmaci promuovono la xerosi come i diuretici, i farmaci ipolipemizzanti (es. statine), i farmaci anti-androgeni (es. finasteride) e la cimetidina.

Xerosi del Piede - Apoteca Natura

Esplora Salute

Il collegamento alla tua Farmacia di fiducia è possibile solo nel caso in cui sia una Farmacia Apoteca Natura o Farmacia Apoteca Natura Centro Salute.

Xerosi del Piede - Apoteca Natura
Xerosi del Piede - Apoteca Natura